HomeIl progettoIn ondaLa videotecaLe BibliotecheCreditsContatti
La Biblioteca dell’Abbazia di Montecassino
‏La Regola di San Benedetto
Padre Mariano Dell'Omo
indietro ←
Tra i manoscritti dell’Archivio di Montecassino particolare rilevanza hanno i codici della Regola di San Benedetto. La Regola, dice Don Mariano Dell’Omo, è il motore invisibile, ma sempre presente nella vita di un monastero benedettino, sia nella sua organizzazione, sia nella vita interiore del monaco. Il primo manoscritto della Regola con illustrazioni è il Codice 175, databile tra il 914 e il 934, mentre un altro più antico si conserva nella Bodleian Library. L’abate Giovanni vi è ritratto, vivente, nell’atto di offrirlo al fondatore dell’Ordine. Il codice 444 del secolo XI risale agli anni dell’abate Desiderio, poi papa, successore di Gregorio VII. Nella Regola vive la personalità stessa del Santo, che pone l’umiltà e l’obbedienza, l’ascolto della parola, a fondamento della vita conventuale.

videoteca

Valerio Magrelli, Padre Giovanni Pischedda, P. Gregorio De F
La Biblioteca dell'Abbazia
Codice 73 - 1022-1030
San Gregorio Magno
I moralia in Job
Padre Mariano Dell'Omo
Codice 99 - Omeliario
Pseudo-Ambrogio
Il Codice 150 - Ambrosiaster
Codice 503 - X sec
‏Antico testamento
in lingua ebraica
Codice 339, Abate Desiderio
Sacramentario
Codice 97 - 940 ca
Raccolta di trattati medici
Codice 132 - 1022-1035
Rabano Mauro
De rerum naturis
Codice 552 - XIII sec
Il ritmo cassinese
Padre Mariano Dell'Omo
‏Il libro d'ore allestito per
Ercole d'Este
Pergamena - marzo 960
Dario Pisano
Le origini della lingua italiana
Il diploma della Contessa
Matilde di Canossa

in preparazione

Padre Mariano Dell'Omo
‏La scrittura beneventana
Codice 514 - XIV sec
La Bibbia parigina
Codice 189 - 1055 ca
La trasmissione della cultura classica
La ruota della fortuna
Codice 437 - XI sec
scrittura carolina insulare
Evangeliario inglese
Manoscritto 871 - XV sec
‏‏Raccolta di musiche
della ‏corte aragonese di Napoli
Giovanni Battista Pergolesi
Stabat Mater
Pergamena - marzo 960
Padre Mariano Dell'Omo
Il Placito cassinese.