HomeIl progettoIn ondaLa videotecaLe BibliotecheCreditsContatti
Novità
La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
David Speranzi
Manoscritti e Rari - Origini e storia
home
Update: 22-03-2021
La raccolta dei Manoscritti e Rari della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, formata da 25.000 manoscritti, quasi 4.000 incunaboli, 16.000 cinquecentine e oltre un milione di carteggi e di carte sciolte, ha origine nel lascito di Antonio Magliabechi. Con l’Unità d’Italia e la nascita della Biblioteca Nazionale di Firenze al patrimonio della Magliabechiana si sarebbe aggiunto quello della Biblioteca Palatina. La storia delle acquisizioni, tuttavia, non si ferma con l’unione tra Palatina e Magliabechiana. Nel 1902 è stato creato un apposito fondo aperto: quello delle Nuove Accessioni, perché vi potessero essere collocati tutti i manoscritti d’acquisto e di dono che venivano ad arricchire il patrimonio della Nazionale. Il bibliotecario David Speranzi ci illustra alcuni esempi di inestimabile valore di questa complessa Collezione: Il Sacramentario di Ottone del X sec.; il Canzoniere Palatino, codice del XIII sec. indispensabile per comprendere la nascita della lingua italiana; La Historia florentini populi di Leonardo Bruni; l’Opera Chemica di Raimondo Lullo del XV sec; L’Erbario provenzale del XIV sec.; un preziosissimo Libro d’Ore del XV sec.; lo splendido taccuino di disegni di Ignazio Fabroni che alla fine del Seicento, durante i suoi viaggi sulle galere fiorentine, documentò costumi e paesaggi dei popoli del Mediterraneo.

Biblioteca dell’Abbazia di Montecassino
Codice 97 - 940 ca
Raccolta di trattati medici
La Biblioteca dell’Abbazia di Montecassino
Padre Mariano Dell'Omo
Codice 99 - Omeliario
Biblioteca Medicea Laurenziana
Anna Rita Fantoni
La Geografia di Tolomeo
XV secolo
Biblioteca Medicea Laurenziana
Anna Rita Fantoni
Messale del Duomo di Firenze
XV secolo
Biblioteca dell’Abbazia di Montecassino
Codice 339, Abate Desiderio
Sacramentario
La Biblioteca Angelica
Gennaro Sasso
Dantedì - La grandezza schiacciante della Divina Commedia